LyricsDomenical cliché

Nobraino

Last update on: March 7, 2013
No translations availableNo translations available

La famiglia Canistracci, quelli del secondo piano, hanno preso il torpedone che li porta fino al mar, a galleggiar, ad annoiarsi un po', fuori città.

Poi dal quinto gli sposini vanno ai grandi magazzini, tra scaffali a fare sera, per andare al cinema, monotonia, che si conclude in una pizzeria. La signora Kobajashy crede che sia Carnevale, s'è truccata da pagliaccia per andare a passeggiar, in mezzo al vial, alle vetrine lei, si specchierà. Ogni domenica stesso cliché, ogni domenica sempre così! La famiglia Stanishlasky, gli immigrati al terzo piano, c'ha i parenti al gran completo, che bel pranzo che sarà, sembra Natal, gli manca l'albero e sembra Natal. Alla fine c'è il più triste, quello dell'ultimo piano, con la vita mansardata, con il letto nel divano, e non sa che far, lui la domenica non sa cheffar... e scrive... sui suoi condomini malignità, lui la domenica non sa che far! Ogni domenica stesso cliché, ogni domenica sempre così!

No translations availableNo translations available
  • 0

Last activities

Musixmatch for Spotify and
iTunes is now available for
your computer

Download now