TestoUna storia normale: il Signor…

Giorgio Gaber

Ultima modifica il: 25 luglio 2017
Nessuna traduzione disponibileNessuna traduzione disponibile
We detected some issues
If you found mistakes, please help us by correcting them.

Le chiedo scusa... prego, non è niente potremo anche darci del tu lei è così seria, è anche intelligente

come vorrei conoscerla di più. E poi, e poi, e poi Come sei bella come sei bella ho tanto bisogno di te. Tu sei la donna della mia vita ti chiedo di stare con me perché ti amo, perché ti amo ma com'è bella la vita in due! Ti voglio bene, mi sono affezionato ma a volte mi sento un po' giù. Non faccio scene, ho sempre sopportato da tempo non parliamo quasi più. E poi, e poi, e poi... (Parlato:) E poi, quando ci sono i figli... no, non possiamo. E i nostri genitori?... beh, quello è il meno... Certo che è dura: gli amici, la gente, anche il lavoro... No, non possiamo lasciarci... E allora? Continuare così per i figli, per tutti, la risata davanti agli altri, tutto tranquillo, regolare... il tradimento piccolo borghese, la falsità, la commedia, la meschinità, e poi, e poi, e poi... Com'eri bella com'eri bella avevo bisogno di te. Eri la donna della mia vita ti ho chiesto di stare con me perché ti amavo, perché ti amavo ma com'è bella la vita in due!

Nessuna traduzione disponibileNessuna traduzione disponibile
  • 0

Ultime attività della community

Musixmatch per Spotify e
iTunes è disponibile ora
per il tuo computer

Scarica adesso